Vinci un Rolex su Watchmaster.com

Girala tu stesso o lasciala girare: carica manuale e movimento automatico


Che sia a carica automatica o manuale - è soprattutto una questione di filosofia e di quanto si vuole ritualizzare la propria vita. Ciò che entrambi i movimenti hanno in comune è che essi formano un rapporto personale con la persona che li indossa, che semplicemente non può essere sostituito dalla distanza elettronica di un movimento al quarzo. Gli orologi meccanici hanno le loro regole e il suono di un movimento perfettamente funzionante ha la sua armonia. Inoltre, evitando l'uso di batterie, è possibile proteggere l'ambiente e, con una manutenzione adeguata, spesso si affidano a un orologio meccanico per decenni. Tuttavia, prima di scegliere un modello, è necessario sapere come funzionano i singoli movimenti e come si differenziano tra loro prima di scegliere un modello.


Che cos'è un movimento automatico?


In parole povere, un movimento automatico è la traduzione dell'energia cinetica che si genera muovendo il braccio in energia potenziale che mette in tensione la molla principale e aziona l'orologio. In altre parole, l'orologio automatico si carica da solo quando viene indossato invece di essere caricato quotidianamente a mano. Se si muove il braccio, il rotore con cuscinetti a sfera all'interno dell'orologio cerca di orientarsi al centro della terra. Di conseguenza, l'energia cinetica risultante viene trasmessa alla molla principale da una catena di trasmissione. Per molto tempo si è discusso il tipo di rotore, ma nel tempo il rotore centrale è stato accettato.


Se l'orologio ha una vista posteriore, è possibile osservare il rotore semicircolare anche direttamente al lavoro. Vedrete che il rotore ruota molto rapidamente, il che, se trasferito direttamente, consumerebbe la molla. In questo modo si evita che il riduttore converta i movimenti veloci del rotore con coppie basse in movimenti lenti con coppie elevate. Tuttavia, questo non protegge la molla dal sovraccarico, motivo per cui non è fissata direttamente alla canna, ma si blocca su una briglia scorrevole con una "frizione antiscivolo" che la protegge dall'usura.


Primo piano del fondello della cassa e il movimento a carica automatica 4810 503 di una Montblanc Meisterstück


Come si può sospettare, ci sono molte sottigliezze che influenzano la scelta del movimento automatico, ma una delle discussioni di base riguardava l'uso di un meccanismo di carica unilaterale o bifacciale. Gli orologi automatici a carica bilaterale hanno un cambio che rettifica i movimenti del rotore, il che significa che l'energia viene generata indipendentemente dal senso di rotazione. Il modo in cui questa energia è allineata è diventata oggetto di numerosi brevetti, dato che sempre più aziende hanno sviluppato meccanismi di polarizzazione migliori. Il movimento monobraccio più famoso è il Valjoux 7750, lanciato nel 1973, che ha resistito a tutti gli scettici e ha dimostrato che anche un elevatore monobraccio può competere con un elevatore bifacciale in termini di prestazioni e precisione.


Cosa significa avvolgimento manuale?


Come dice già il nome, la carica manuale trae la sua energia dalla carica manuale quotidiana e non ha un rotore. A differenza di un orologio automatico, un orologio a carica manuale non ha una frizione che scivola, per questo motivo si dovrebbe essere un po' più sensibili durante la carica. Non appena si avverte una leggera resistenza, l'orologio è completamente carico e bisogna fermarsi. La procedura interna è la seguente: una volta caricato l'orologio, la forza applicata viene memorizzata anche nella molla principale. Da lì, viene trasmessa attraverso il treno alla ruota di scappamento. L'ancora collega la ruota di scappamento con la ruota del bilanciere oscillante alla forza che ora viene trasmessa dallo scappamento. Il bilanciere è la base temporale dell'orologio e, attraverso la sua oscillazione, trasmette attraverso il treno un movimento definito nel tempo, dove viene traslato dalla ruota centrale, dalla terza ruota e dalla quarta ruota in minuti, ore e secondi. Più alta è la frequenza di oscillazione, più preciso è il funzionamento dell'orologio. Poiché gli orologi meccanici reagiscono in modo molto sensibile all'ambiente circostante, l'orologio può comunque perdere qualche secondo. Le fluttuazioni di temperatura possono portare ad un'espansione della molla e all'irrequietezza, che può cambiare la frequenza.


Un primo piano del quadrante di un orologio Rado


Vantaggi e svantaggi dell'avvolgimento automatico e manuale


Indossare un orologio a carica manuale significa apprezzare i rituali. Se l'idea di portare ogni giorno un orologio a carica manuale non è pratica o é fastidiosa, probabilmente non è la scelta migliore per voi. Visivamente, la mancanza di un rotore ha permesso ai produttori di sviluppare orologi a carica manuale sempre più piatti, che è una buona alternativa per coloro che non amano i modelli muscolari di tendenza. Dal momento che gli orologi a carica manuale sono costituiti da un minor numero di parti, é anche meno probabile che non funzionino e sono meno costoso.  


Carica manuale Avvolgimento automatico
+ per gli amanti dei riti quotidiani + avvolgimento automatico tramite rotore
+ struttura più piatta per una sensazione vintage + capolavoro tecnico dei movimenti
+ meno parti = meno soggetto a guasti + con una manutenzione adeguata dura spesso per decenni
+ meno pezzi = meno costoso + utilizzato già sotto i 1.000 € per acquistare
- avvolgimento giornaliero necessario - perde la precisione se non viene indossato regolarmente
- minore precisione rispetto a quella automatica - minore precisione rispetto al quarzo
- minore riserva di carica rispetto a quella automatica - meno riserva di carica rispetto al quarzo

Il vantaggio di un orologio automatico, oltre alla carica automatica e al capolavoro tecnico del movimento, sta soprattutto nella scarsa manutenzione che richiedono. Se si effettua una manutenzione adeguata, l'orologio può durare per decenni. In termini di precisione e riserva di carica, è necessario effettuare delle deduzioni. Soprattutto rispetto ai movimenti al quarzo, i movimenti automatici perdono tempo più velocemente dei loro concorrenti elettronici. Come regola generale, più spesso si indossa l'orologio automatico, più funziona con maggiore precisione.