Vinci un Rolex su Watchmaster.com

Alcuni fan di Breitling o Omega sorridono per il numero di soprannomi che devi conoscere come appassionato di Rolex. Con alcune serie come la Daytona or GMT-Master II, ogni nuovo modello riceve un nome non ufficiale quando viene lanciato. Questo permette agli appassionati di orologi di comunicare attivamente con un marchio e di influenzarne il profilo. In un settore che spesso può sembrare molto distaccato dall'esterno, i soprannomi sono un modo per i fan di far sentire la loro voce. Rolex non ha mai dato soprannomi, ma li ha sviluppati sistematicamente nel corso degli anni.



Cosa si cela dietro il nome di un orologio?

I soprannomi degli orologi Rolex non si limitano solo a divertire i fan, bensí hanno funzioni più importanti: essi mostrano che le serie di orologi non sono gestiti come modelli, ma piuttosto cambiano nel tempo. Sperimentano combinazioni di forme e colori o sperimentano miglioramenti tecnici che portano a innovazioni. Di conseguenza, molti dei modelli elencati di seguito sono anche capolavori di ingegneria che rimangono tuttora indiscussi.


Rolex Daytona on black and red backgroundROLEX DAYTONA 6265


Con il GMT Master, la lunetta fa la differenza


Nome di serie Referenza Periodo di tempo Soprannome Caratteristiche
GMT-Master II 116710BLNR dal 2013 Batman Lunetta blu-nera
GMT-Master II 16710 1988 – 2007 Coke Lunetta nero-rosso
GMT-Master
GMT-Master II
1675
126710BLRO
1960 – 1979
dal 2018
Pepsi Lunetta blu-rosso
GMT-Master II 126711CHNR dal 2018 Root Beer
Dirty Harry
Lunetta nero-marrone
GMT-Master II 16713 1989 – 2007 Eye of the Tiger Lunetta marrone + quadrante
lancette e indici verde chiaro
Submariner 16610LV 2003 – 2010 Kermit Lunetta verde, quadrante nero
Submariner 116610LV dal 2010 Hulk Lunetta e quadrante verde
Submariner 1680 1966 – 1981 Single Red Primo sottomarino con data,
nome della serie sporadicamente in rosso
Submariner Date 116619LB dal 2008 Smurf Lunetta e quadrante blu
Sea-Dweller 1655 1967 – 1977 Double Red
Sea-Dweller
"Submariner 200" e "Sea Dweller"
sono in rosso.
Sea-Dweller 1655 1967 – 1977 Great White Tutti i font in bianco e
"Submariner 200" mancanti
Daytona 6241 1960’s John Player Special Quadrante dorato con
totalizzatori neri
Daytona 116598RBOW 2012 Rainbow Lunetta dotata di diamanti
che formano un arcobaleno
Daytona 116598SACO 2004 Leopard Quadrante con motivo leopardo
lunetta con 36 zaffiri gialli
Daytona 116506 dal 2013 Platona Daytona platino
Explorer II 216570 dal 2011 Polar Quadrante bianco,
lancetta arancione 24 ore su 24



I soprannomi di gran lunga più conosciuti si riferiscono ad un aspetto colorato dell'orologio. In alcune serie, come il GMT-Master e il GMT-Master II, questo vale solo per la lunetta. Che si tratti di "Batman", "Coke“ o "Pepsi“ – ti nomi e le combinazioni di colori sono per lo più autoesplicativi. Importante è il diverso materiale della lunetta, che ha anche ottenuto un aggiornamento dall'alluminio a Cerachrom con il passaggio da GMT-Master a GMT-Master II. Le nuove lunette Cerachrom sono più durevoli e più resistenti ai graffi dell'alluminio, ma gli inserti del GMT-Master sono di particolare interesse per i collezionisti.



Giganti verdi e rospi impertinenti: Hulk e Kermit

Nel caso del Submariner, è spesso la combinazione di lunetta e quadrante. Il "Kermit" era soprattutto una cesura storica. Per celebrare il suo 50 ° anniversario, Rolex ha lanciato una nuova edizione del Submariner .... fornendolo di una lunetta verde. Ma ogni rospo è nota per nascondere un principe e i fan hanno rapidamente iniziato ad amare la combinazione accattivante e l'hanno battezzato con il più famoso Muppet. Dopo che il "Kermit“ è stato accettato così bene, Rolex ha proseguito con "Hulk", che combina una lunetta verde con un quadrante verde, ma che ricorda anche i giganti verdi di Stan Lee con la sua Maxicase.


A Rolex placed on a metallic grey background.ROLEX SUBMARINER 16610LV


Dopo il successo di Rolex con il colore verde, il soprannome "Smurf“ (puffo) è stato usato per il submariner con lunetta blu e quadrante blu. Il colore standard del quadrante Rolex, tuttavia, è rimasto nero, per cui tutti i modelli che si differenziano da esso si distinguono immediatamente. Il "Polar", ad esempio, è il primo Rolex Explorer II ad essere proposto con un quadrante bianco che si armonizza perfettamente con la lancetta arancione delle 24 ore.



Non é ancora finita


Nome di serie Referenza Periodo di tempo Soprannome Caratteristiche
GMT-Master II 16760 1983 – 1988 Fat Lady
Sophia Loren
Con un'altezza di 6,3 mm in più
rispetto ai modelli precedenti
Datejust 116264 2000 – 2011 Thunderbird
Turn-O-Graph
Datario con lunetta girevole,
Il logo Thunderbird al centro
Padellone 8171 1950’s Padellone Calendario triplo con fasi lunari
Stelline 6062 1950’s Stelline Calendario triplo con fasi lunari,
indici a forma di stella
Bubbleback Tra gli altri: 3372 1930’s Bubbleback Fondo convesso
Oyster Tra gli altri: 5018 1940’s Bombay Accessi arrotondati;
la bomba francese è diventata Bombay

Difficilmente il motivo del soprannome è la forma. Il primo GMT-Master II è conosciuto con il nome di "Fat Lady“ poiché è più grande dei suoi predecessori con un'altezza di 6,3 mm. La nuova edizione del "Turn-O-Graph“ o "Thunderbird“ at the beginning of the 2000s reminds of Rolex‘ first functional watch. all'inizio degli anni 2000 ricorda il primo orologio funzionale di Rolex. Già prima del Submariner e del GMT-Master, Rolex ha lanciato nel 1953 un Datejust con lunetta girevole. Questo fu anche il primo orologio proposto in Rolesor - una miscela brevettata da Rolex di acciaio e oro. Era indossato anche dallo squadrone acrobatico Thunderbird dell'aeronautica militare statunitense, che gli valse il suo secondo soprannome.



Nomi esotici Italiani: Padellone e Stelline

Quando i soprannomi si riferiscono alla storia di un marchio, ha senso che la maggior parte degli esperimenti di forma avvenga nei primi anni formativi del marchio stesso. All'epoca, Rolex stava ancora sperimentando il design generale, provando modelli che erano percepiti come vicoli ciechi, ma che oggi sono oggetti da collezione di grande valore. Con il „Padellone“ e la „Stelline“, ad esempio, ci sono due modelli con calendario triplo e fasi lunari, una combinazione che Rolex non ripeterebbe mai più nel suo stile. "Padellone" è l'italiano di "pan grande" e si riferisce al diametro della cassa di 38 mm, che all'epoca appariva gigantesca. "Stelline" si riferisce agli indici a forma di stella con cui è stato decorato l'orologio.



Che sia agente o presidente: Rolex li ha tutti


Nome di serie Referenza Periodo di tempo Soprannome Caratteristiche
Submariner 6538 1954 – 1959 James Bond Indossato da Sean Connery nei suoi film con James Bond.
GMT-Master 6542 1954 – 1959 Pussy Galore Indossato da Honor Blackman in "Goldfinger"
Daytona 6239 1963 – 1969 Paul Newman Da Paul Newman,
quadrante bianco con totalizzatori neri
Day-Date Tra gli altri: 1803 dal 1956 President Indossato da John F. Kennedy
e Lyndon B. Johnson.
Sea-Dweller 116600 2014 – 2017 James Cameron Ha supportato James Cameron
nella Deepsea Challenge
Explorer II 1655 1971 – 1985 Steve McQueen
Freccione
Rolex ha promosso questo orologio
con Steve McQueen
Dato-Compax Tra gli altri: 4768 1947 – 1951 Jean-Claude Killy Rolex ha pubblicizzato questo orologio
con lo sciatore Jean-Claude Killy

 

Con tanto successo, Rolex può naturalmente contare su numerose sponsorizzazioni che dimostrano l'influenza culturale pop del marchio. Nessun franchise lo fa più esplicitamente di James Bond. Il modello dedicato all'agente 007 è il Submariner 6536 Submariner 6536, spesso indossato in particolare da Sean Connery. Il GMT-Master con il "Pussy Galore“ e la lunetta Pepsi è principalmente conosciuta come "Pussy Galore" perché era indossata dall'omonima Bond-Girl in Goldfinger.


A Rolex with a Pepsi bezel on a black background.ROLEX GMT-MASTER II 16710

 

Nel caso del Day-Date addirittura un'intera serie è conosciuta come "President", come lo indossavano John F. Kennedy e Lyndon B. Johnson. Diversi modelli sono anche direttamente associati a personaggi famosi come James Cameron, Steve McQueen o Paul Newman. Una caratteristica speciale è il Dato-Compax, alias Jean-Claude Killy. Era l'unica serie che combinava un calendario con un cronografo.