Vinci un Rolex su Watchmaster.com

Chi pensa di acquistare un orologio usato, di solito si informa sui valori di marcia, l'impermeabilità o, ad esempio, il materiale utilizzato nel modello, ma nei casi più rari sulla corona dell'orologio. Nel seguente articolo, vogliamo presentarLe questo dettaglio spesso trascurato, ma, comunque, importante, di un orologio.


  1. Cos'è una corona di orologi?
  2. Funzioni della corona
  3. Il legame di Breguet con la corona
  4. Forme di corone e modelli di orologi
  5. Punto debole della corona dell'orologio


Cosa è la corona di un orologio?


La corona è un collegamento diretto al movimento all'interno di un orologio da polso e si trova sulle ore 3 nella maggior parte dei modelli. La corona dell'orologio fa parte, tradizionalmente, del case. Visto in questo modo, è il pezzo terminale dell'albero di avvolgimento e il pezzo di collegamento cruciale tra gli elementi esterni e interni dell'orologio. 


Corona dell'orologio Breitling con sfondo nero



Funzioni della corona dell'orologio


La corona ha due funzioni negli orologi da polso classici. Nella sua prima funzione, funge da elemento di controllo per le lancette dell'orologio per impostare l'ora. Per fare ciò, l'intero meccanismo della lancetta, che consiste in tubo dei minuti, ruota del cambio e ruota delle ore, viene messo in movimento. Estraendo e ruotando la corona, le lancette dell'orologio possono essere portate nella posizione desiderata e l'ora esatta può essere impostata.

La seconda funzione riguarda i modelli di orologi a carica manuale. l'orologio viene caricato tramite la corona, ovvero viene messo in movimento l'albero di carica, che mette in movimento il pignone di carica , la corona dentata e la ruota del cricchetto. Questi mettono in tensione la molla del bariletto, che rappresenta la riserva di carica dell'orologio. Per poter andare avanti e indietro tra queste due funzioni, c'è il meccanismo di scorrimento, noto anche come freccia. Questo elemento è mobile sull'albero di avvolgimento e presenta due dentature di forma diversa, con le quali può afferrare la rotella di regolazione della lancetta o il meccanismo di avvolgimento. A causa di questa funzione, la corona è chiamata elemento di controllo. Questa funzione rende necessario poter afferrare la corona ed estrarla, e ciò si traduce nella sua conformazione più approssimativa.  



La famiglia Breguet e il loro contributo alla storia degli orologi


La corona ha spesso un esterno scanalato, per renderla facile da impugnare e utilizzare in un'ampia varietà di situazioni. Questo design risale alla prima corona di carica di un orologio. Nel 1830, il primo modello con corona di carica fu venduto da Antoine Louis-Breguet. Fino ad allora, gli orologi erano ancora caricati con una piccola chiave. L'estremità della stanghetta, con la quale si poteva regolare l'ora e caricare il meccanismo, all'epoca era chiamata "bottone zigrinato". Fortunatamente, in seguito si decise di utilizzare il nome molto più elegante “corona”. l'aspetto delle corone degli orologi odierne ricorda ancora questo importante passo avanti nella storia dell'orologio da polso

Per inciso, l'invenzione della corona dell'orologio non è stata la prima innovazione proveniente dalla famiglia Breguet. L'industria orologiera deve numerose invenzioni essenziali dell'industria orologiera ad Abraham Louis Breguet, il padre di Antoine, incluso il tourbillon


Corona dell'orologio TAG Heuer con sfondo nero



Le forme di corona più comuni


Nel corso del tempo, si sono sviluppate diverse forme di corona, che, spesso, forniscono già informazioni sul tipo di orologio o sulla marca a cui appartiene il modello. Le forme di corona più popolari sono le seguenti:

  • Corona diritta: probabilmente, la forma della corona più popolare e piuttosto semplice, la corona dritta, si trova principalmente sui modelli Rolex.

  • Corona a cipolla: la corona di cipolla ha preso il nome per il suo aspetto sferico e la corrugazione, che ricorda una cipolla. Questa corona è, spesso, utilizzata su orologi da aviatore come il Lindbergh di Longines.

  • Corona a cono: questa forma a cono è una reliquia dei primi giorni dell'aviazione. I piloti hanno apprezzato la percezione marcata della corona a cono, facile da usare anche con i guanti. l'IWC Big Pilots è un modello con una corona a conio.

  • Corona con cabochon: cabochon significa "testa di chiodo" e descrive un taglio di pietra preziosa, piatto nella parte inferiore e arcuato nella parte superiore. Una corona con un cabochon è decorata con una piccola pietra preziosa o una pietra di vetro e può essere trovata, ad esempio, nel Cartier Tank Francaise.

  • Corona con pulsante integrato: queste corone sono spesso utilizzate nei cronografi. La funzione cronografo (avvio, arresto, posizione zero) può essere avviata utilizzando il pulsante. Un esempio di corona con pulsante integrato è il Grande Ellipse Chrono Monopoussoir Tourbillon di Mouawad, che già nel nome indica la funzione (“Monopoussoir” = monopulsante, un orologio con funzione stop e un solo elemento di comando).

  • Corona incassata: probabilmente, la forma della corona meno appariscente è la corona incassata, integrata nel case e, quindi, difficilmente visibile. Il Chopard Monte Carlo, ad esempio, ha una tale corona. 


Il posizionamento della corona non gioca solo un ruolo estetico, ma anche pratico. Negli orologi subacquei, questi sono solitamente posizionati sulle 2 o le 4, invece della classica posizione sulle 3, per essere meglio protetti e non premere in modo antipatico sul dorso della mano. Esistono anche modelli, in cui la corona è posizionata sulle 9. Ciò piace particolarmente ai mancini, tra gli amanti degli orologi. 



La corona come punto debole di un orologio


Oltre alla sua praticità, la corona è anche il punto debole di un orologio. A questo punto, lo sporco e l'acqua possono penetrare facilmente all'interno dell'orologio. Ecco perché i produttori di orologi hanno adottato varie misure per proteggere i loro modelli. 


Orologio subacqueo Graham con barra di sicurezza sopra la corona sott'acqua
GRAHAM CHRONOFIGHTER OVERSIZE GMT - STEEL & GOLD 2OVGG.B16A


Nel 1926, ad esempio, Rolex utilizzò, per la prima volta, una corona a vite sui suoi modelli e presentò, così, il primo orologio impermeabile. Con questo principio, premendo e avvitando contemporaneamente la corona, un anello di tenuta, che si trova all'interno della corona, viene premuto contro il case, garantendo così la tenuta stagna. Omega ha introdotto sul mercato una forma speciale della corona a vite, negli anni '70. Con l'Omega Seamaster PloProf (Ref. 166.0077), la corona è fissata da una staffa protettiva aggiuntiva e avvitata sul case. Anche la corona viene spostata sulle ore 9 in questo modello, in modo che non possa essere regolata involontariamente. La costruzione un po’ ingombrante del PloProf ha garantito un'impermeabilità di 600 metri. Altri produttori sigillano i loro orologi, ad esempio, con uno o più anelli di tenuta nella corona. A seconda di quanto sforzo viene fatto, si decide se e quanta pressione dell'acqua può sopportare l'orologio. I dettagli della densità dell'acqua e la loro importanza dovrebbero essere assolutamente conosciuti, per continuare a godersi il Suo orologio. 



Più dalla nostra serie "Parti dell’orologio in dettaglio"