Vinci un Rolex su Watchmaster.com

I termini cronografo, cronometro e cosmografo sono onnipresenti nel settore dell'orologeria. Ma cosa significano realmente e come può distinguerli? Di seguito, entriamo più in dettaglio sul significato e sul relativo utilizzo e Le spieghiamo le differenze.



Cronografo, cronometro e cosmografo – facilmente spiegabili


Cos'è un cronometro?

Un cronometro è un orologio con un'altissima precisione. Quando vengono testati per le loro proprietà come cronometri, questi orologi mostrano deviazioni di frequenza particolarmente basse a seconda della posizione e della temperatura. Il controllo dell'accuratezza di un orologio viene solitamente effettuato dal COSC (Contrôle Officiel Suisse des Chronomètres, italiano: Centro di controllo ufficiale svizzero dei cronometri). In base a ciò, solo gli orologi che hanno una deviazione della frequenza giornaliera da un massimo di -4 a +6 secondi e hanno superato il test di 15 giorni possono chiamarsi "cronometri". Dopo l’esito positivo del test, gli orologi ricevono un certificato e, d'ora in poi, possono portare il nome di cronometro.

Le origini del cronometro risalgono alla marineria nel tardo medioevo. A quel tempo, erano necessari orologi precisi per determinare esattamente la longitudine in mare e, quindi. per essere in grado di mantenere l'orientamento. Nel 1759, John Harrison presentò finalmente un cronometro con il quale era possibile una precisa determinazione della longitudine.


Cosa si intende per cronografo?

Un orologio è chiamato cronografo, se dispone di una funzione di arresto aggiuntiva, che può essere utilizzata per misurare segmenti di tempo. È importante distinguere tra cronografo e cronometro, poiché "cronometro" è solo il marchio di qualità per l'accuratezza di un orologio, ma non deve avere una funzione di arresto. Nel 1816, il primo cronografo riconosciuto nella storia fu sviluppato da Louis Moinet. A quel tempo, chiamava ancora questo strumento "Compteur de Tierces", in tedesco "Terzzähler". Solo pochi anni dopo, nel 1821, l'orologiaio Nicolas Mathieu Rieussec presentò la sua invenzione per la misurazione a breve termine con il nome di "cronografo". Montblanc rende ancora omaggio a Rieussec e alla sua invenzione con la sua collezione Nicolas Rieussec. Oggi, i cronografi sono spesso riconoscibili grazie ai quadranti distintivi con tre totalizzatori in una disposizione tri-compax, ad esempio sulle 3, 6 e 9, e i due pulsanti a destra e a sinistra della corona dell'orologio.


Orologio Breitling Navitimer 01 AB012012.BB02.447A con quadrante nero e tre totalizzatori bianchiBREITLING NAVITIMER 01 AB012012.BB02.447A


Per inciso, il produttore svizzero Breitling è uno dei più noti produttori di cronografi con certificazione di cronometro. Modelli come il Navitimer o il Chronomat hanno celebrato enormi successi nell'aviazione, poco dopo il loro lancio, e sono diventati rapidamente uno strumento ausiliario indispensabile per i piloti. Funzionalità aggiuntive come la scala tachimetrica sul bordo della lunetta hanno permesso di gestire rapidamente e facilmente calcoli complessi e vitali anche durante il volo.


Cosa significa il termine cosmografo?

Il termine "cosmografo" è una parola creata da Rolex, utilizzata per la prima volta negli anni '50 per un orologio con fasi lunari e funzione di calendario, e ora utilizzata per i chronografi Daytona. Il produttore di orologi svizzero ha essenzialmente influenzato la storia della misurazione del tempo e ha creato un modello con il cosmografo che non solo differisce per nome da tutti gli altri cronografi. Il cosmografo Daytona è anche noto come "cronometro superlativo", poiché ha una deviazione della frequenza di soli ± 2 secondi al giorno. Per questo motivo, è possibile trovare la scritta "Superlative Chronometer Officially Certified" sul quadrante del Daytona.


Quadrante panda di un orologio Rolex Daytona 116503 bicolore con totalizzatori neri
ROLEX DAYTONA 116503


Il Rolex Cosmograph Daytona è stato originariamente sviluppato per il motorsport, al fine di ottenere tempi record, ma ha subito goduto di grande popolarità anche fuori dalle piste. Alcuni modelli che presentano deviazioni e caratteristiche speciali nei quadranti sono persino rarità estremamente ricercate nel mercato degli orologi. È anche interessante che uno degli orologi più costosi al mondo sia uno di questi cosmografi. Il Paul Newman Daytona ha raggiunto un favoloso prezzo di 17.800.000 $ all'asta, nel 2017. È stato acquistato a un prezzo originale di poco meno di 200 $. Il Daytona ha chiaramente una sua aura, a cui probabilmente ha contribuito anche il nuovo nome.