Vinci un Rolex su Watchmaster.com

Volete comprare un nuovo orologio. Conoscete la vostra fascia di prezzo e forse avete già in mente un marchio. Visitate il negozio online e un gioiello dopo l'altro brilla sul vostro schermo: orologi di lusso usati in tutte le forme e colori immaginabili e materiali preziosi. Ma un dettaglio in particolare spicca: i quadranti. Sono la firma di un orologio. Proprio come il volto umano, il design di un quadrante rivela molto su ciò che si nasconde dietro un orologio ed il suo marchio. Quali materiali sono stati utilizzati? Quanto tempo è stato dedicato alle finiture? Vorremmo farvi conoscere alcuni dei materiali e dei metodi di progettazione utilizzati nella produzione dei quadranti.



Come ha preso forma il quadrante


Il tempo, o meglio il corso del sole, è stato misurato dall'uomo fin dai tempi dell'antico Egitto. A quel tempo, aste e segni incisi sono stati utilizzati per tracciare il movimento del sole. Fu solo nel XIV secolo, con lo sviluppo dell'orologio meccanico, che gli orologi furono dotati di un quadrante. Tuttavia, il design del quadrante gioca ancora un ruolo secondario a questo punto. Tutto ciò che veniva visualizzato erano ore e quarti d'ora. Nel XVI secolo, quando il pendolo fu sviluppato come regolatore di orologi, gli orologi divennero più precisi e i minuti potevano essere visualizzati sul quadrante. L'epoca barocca, che si protrasse dalla fine del XVI secolo alla fine del XVIII secolo, produsse anche il primo punto culminante nella decorazione artistica del quadrante.


Materiali e design dei quadranti


Una caratteristica eccezionale dell'orologeria è la costante spinta all'innovazione da parte degli orologiai. Si sviluppano costantemente nuovi materiali o si esplorano nuove combinazioni che normalmente non sono associate ai segnatempo. Questi progressi hanno anche un impatto sui materiali e sul design dei quadranti. Oggi è possibile acquistare orologi di lusso in quasi tutte le forme e design immaginabili: che si tratti di un orologio in legno, di una superficie interamente realizzata in diamanti o addirittura di quadranti di meteoriti. È quindi comprensibile che produttori come Patek Philippe, Vacheron Constantin, Breguet e Nomos Glashütte non siano soddisfatti di un qualsiasi quadrante. Queste aziende si caratterizzano per il fatto di coltivare forme particolari di artigianato che altrimenti si sarebbero potute estinguere. Nei loro laboratori, ad esempio, esperti e maestri artigiani lavorano con smalto, rabescatura e staffage per modellare l'aspetto di un orologio secondo metodi secolari e trasmettere le loro conoscenze alla generazione successiva.


Protezione e decorazione: Smalto

La smaltatura è un processo in cui un rivestimento di ossido inorganico viene applicato su una superficie metallica o di vetro. Gli oggetti smaltati hanno il vantaggio di essere resistenti alla ruggine, agli acidi ed al calore. Inoltre, decorazioni e colori possono essere applicati sulla superficie che non sbiadisce. La preparazione della superficie, che deve essere assolutamente pulita, richiede molto tempo. La miscela di smalto, composta da quarzo, feldspato, soda e particelle di vetro colorato, viene applicata sulla superficie e poi cotta a oltre 800 gradi. Più colori vengono applicati, più spesso il processo di cottura deve essere ripetuto. La vera arte è capire in anticipo come reagiranno i colori durante la cottura.


L'arte dell'incisione: Guilloche

Guilloche è un disegno fatto a macchina o fatto a mano che consiste di un certo numero di linee. Le singole linee formano ellissi o cerchi. I motivi elaborati sono stati incisi in lastre da stampa per proteggere le carte d'identità, i documenti e le banconote dalla contraffazione. Tuttavia, anche i produttori di gioielli e di orologi si sono avvalsi di questa tecnica e hanno decorato i loro prodotti con disegni artistici unici. Le opere di Carl Peter Fabergé e Abraham Louis Breguet meritano una menzione particolare da questa tradizione. La decorazione di un singolo quadrante può durare da diverse ore a diversi giorni e richiede straordinaria abilità, concentrazione e pazienza. L'arte della rabescatura è quindi praticata solo da pochi produttori di orologi di lusso.


Orologio Hublot Big Bang 365.PM.1780.LR con sfondo neroHUBLOT BIG BANG 365.PM.1780.LR
 

I produttori di orologi non sono solo custodi della tradizione, ma spesso anche laboratori alchemici. Questo porta sempre più volte allo sviluppo di nuove leghe e materiali che rendono gli orologi più robusti e/o più leggeri. Un pioniere in questo campo è il produttore di orologi Hublot. Ad esempio, dopo aver sviluppato il "Magic Gold" antigraffio utilizzato nell'Hublot Big Bang, l'azienda ha presentato nel 2014 il Classic Fusion Tourbillon Firmament. La particolarità di questo modello di orologio in edizione limitata è il quadrante in osmio. Solo nel 2013 è stato possibile cristallizzare per la prima volta questo metallo duro ed estremamente denso per poterlo utilizzare per la produzione di orologi e gioielli. L'osmio è un metallo di platino, inizialmente utilizzato come materiale per i filamenti delle lampadine. Per inciso, la combinazione dei due elementi osmio e Wolfram (in tedesco per il tungsteno) ha portato alla denominazione di "Osram", un produttore di lampade e sistemi di illuminazione.


Non di questo mondo: Materiali dallo spazio esterno

Quale materiale potrebbe essere più stravagante di uno dei metalli più rari? Uno che in realtà non si trova sulla terra: il meteorite. Rolex e Omega hanno già rilasciato modelli di orologi contenenti parti di roccia meteorite con il quadrante Rolex Daytona Meteorite e l'Omega Speedmaster Moonwatch Grey Side Of The Moon. Orologi con meteorite rock hanno un design del quadrante che non appartiene a questa terra. Questo è il modello Widmanstätten, chiamato anche strutture Thomson. Questa struttura unica diventa visibile quando i meteoriti di ferro sono macinati e poi trattati con acido nitrico. Il motivo, che ricorda lontanamente le immagini espressioniste astratte, è il risultato della distinta resistenza chimica di kamacite e taenite, due tipi di ferro nichel-cuscinetto e minerali, rispettivamente, che sono stati trovati finora solo in meteoriti. Le edizioni di questi modelli sono ovviamente sempre molto limitate, il che rende l'investimento costoso, ma restituisce un aumento di valore a lungo termine. Una menzione speciale va fatta qui per gli orologi di Romain Jerome. Gli orologi di questa manifattura sono dotati di calibri interni e raffinati con materiali unici. Ad esempio, il Moon Dust è un orologio fatto di roccia della luna terrestre (moon dust) e di parti delle navicelle spaziali Apollo XI e Soyuz, nonché di parti delle tute spaziali ISS. Il design di Moon Invader, invece, si ispira ai moduli di atterraggio delle missioni Apollo.


Orologio nero Romain Jerome Moon Invader con sfondo neroROMAIN JEROME MOON INVADER RJ.M.AU.IN.001.01
 

Giocando con la luce: Madreperla

Ritornando sulla terra, all'origine della vita, per così dire, arriviamo con questo materiale finale. La preziosa madreperla si ottiene dal mare, o più precisamente dalla conchiglia dei molluschi. Questo materiale è stato utilizzato per migliaia di anni per decorare oggetti sacri e vasi ornamentali. Sui quadranti degli orologi di lusso, fornisce un fascino colorato e nobile. La luce riflessa è iridescente e illumina in un ampio spettro di colori. La combinazione di colori di un quadrante di madreperla si può ammirare perfettamente sul Rolex Lady-Datejust (rif. 178274) o sul Rolex Daytona Cosmograph (rif. 116518).
 

Rolex Daytona Cosmograph 116518 con quadrante in madreperla su sfondo neroROLEX DAYTONA COSMOGRAPH 116518
 

La madreperla è composta da carbonato di calcio e sostanze organiche secrete da alcuni molluschi per formare i loro gusci. La caratteristica unica della madreperla sta nella sua struttura, che può essere immaginata come la stratificazione di innumerevoli piccole placchette. Ognuno di questi strati permette ad una parte della luce in entrata di passare e allo stesso tempo la riflette, in modo che alcune parti delle onde luminose si dissolvono. Questa struttura fornisce gli effetti cromatici unici, ad esempio, quando si sposta come un quadrante sul polso. La madreperla è altamente sensibile ai graffi e può rompersi facilmente durante la produzione. Lo strato di madreperla viene spesso posto su una base in ottone, argento o oro e poi accuratamente lavorato e decorato.